Benvenuti nella pagina dedicata al Monitoraggio dei Ricoveri di Gufo e Allocco nei CRAS italiani!
E' la prima volta che tanti centri di recupero uniscono le loro forze per effettuare in collaborazione uno studio, speriamo che sia solo la prima di tante occasioni perché crediamo che i centri, lavorando in rete, possano contribuire attivamente alla ricerca scientifica ed alla conservazione della fauna selvatica autoctona. Iniziative come questa potrebbero avere anche un impatto positivo dal punto di vista della divulgazione scientifica e ambientale.
Informazioni sul Monitoraggio (iscrizione, invio dei dati, etc) a fondo pagina.

ACCESSO AL FORM (solo per gli iscritti al Monitoraggio)

MANUALE con utili informazioni su Gufo e Allocco, foto, mappe di distribuzione, stato di conservazione e molto altro.

 

ELENCO DEI CRAS PARTECIPANTI:

- CRAS Cuneo (Cuneo)

 

- CRAS WWF di Vanzago (Milano)

 

- CRAS WWF Valpredina (Bergamo)

 

- Parcobaleno (Mantova)

- CRAS Parco Fluviale Regionale dello Stirone "Le Civette" (Parma)

 

- Associazione "L'uovo di Colombo" ONLUS - Progetto Fauna (Lucca)

- CRAS WWF L'Assiolo (Massa Carrara)

 

- CRUMA LIPU (Livorno)

 

- CRAS WWF Parco Regionale Gola della Rossa e Frasassi (Ancona)

 

- CRAS "ex-Frullone" Asl Na1 Centro (Napoli)

 

- Centro Recupero Rapaci della Riserva Naturale di San Giuliano (Matera)

- CRAS Riserva Naturale Lago di Vico

- Centro Recupero Fauna Selvatica della Provincia di Brindisi

 

- e con la collaborazione del Gruppo Italiano Civette

 

 

INFORMAZIONI SUL PIANO

In cosa consiste il Monitoraggio dei Ricoveri di Gufo e Allocco nei CRAS?
Si tratta di una raccolta e successiva analisi dei dati forniti dai CRAS sulle due specie. L'obiettivo è ricavare informazioni sui ricoveri di questi due Strigiformi: auspicabilmente il fatto di conoscere le cause di ricovero degli animali, i luoghi ed i periodi di ritrovamento, potrà aiutare a definire delle azioni di tutela o comunque identificare dei fattori di rischio.

Quali dati vengono raccolti?
I dati vengono raccolti a partire dall'anno 2010.
Per ogni soggetto delle due specie vengono richieste delle precise informazioni, quali ad esempio località e data di ritrovamento, causa di ricovero, etc. Si tratta per la maggior parte di dati che vengono già raccolti in ogni CRAS per registrare il ricovero degli animali.

Come vengono raccolti i dati?
L'invio dei dati da parte dei CRAS è stato studiato per far perdere meno tempo possibile a chi se ne occuperà. E' disponibile infatti un form on-line in cui è sufficiente, per ogni animale, barrare delle caselle per rispondere a delle domande standard. Il form è stato realizzato dal dott. Davide Melini.

Come possiamo aderire al Piano?
Per aderire è sufficiente inoltrare un'e-mail all'indirizzo a.mariacher[antispam]gmail.com (sostituire [antispam] con @) indicando gli estremi del CRAS da cui proverranno i dati (nome di chi invia i dati, recapito telefonico, logo del CRAS se disponibile). Al ricevimento della mail si provvederà all'invio di materiali utili per la partecipazione allo studio (manuale informativo con dati sulle due specie e istruzioni per la compilazione del form).